martedì 24 marzo 2015

Come fare soldi facili?



Soldi facili, immediati e legali, chi non li vorrebbe? Tuttavia la gran parte di noi non li guadagna per colpa sua, questo per vari motivi anche non propriamente logici.

Il motivo principale è che alla gran parte delle persone piace la sicurezza del posto fisso e anche dopo una vita di studi ci si accontenta o addirittura si agogna un bello stipendio di 1.000 euro al mese.

Che poi una volta il lavoro era almeno a tempo indeterminato, mentre oggi con le varie riforme non esiste praticamente più alcuna tutela per il lavoratore che può essere licenziato in qualunque momento e senza grandi indennità.

lunedì 23 marzo 2015

Perché non guadagno con il mio blog?

Alcuni di voi hanno esperienza come blogger e sanno già che la monetizzazione di un blog è difficile e a volte sembra impossibile. Altri avranno pensato più volte a come trasformarsi in personaggi influenti della rete con la speranza di guadagnare in via immediata e con facilità.
Io penso che con un blog si possa guadagnare, ma che il percorso per arrivare a generare reddito sia difficile e che soprattutto sia sempre in continuo cambiamento.

Penso che ciò che porti la maggior parte dei progetti al fallimento sia la pretesa di guadagnare online cifre importanti e l'illusione che questo sia semplice e immediato e che quindi bastino dei buoni post scritti bene e con notizie utili per guadagnare, magari utilizzando la sola pubblicità di Adsense.

Qualche tempo fa ho scritto su questo sistema di monetizzazione e sul mio account Google+ sono stato subito spiazzato dai commenti di chi ha subito obiettato che con Adsense non si guadagna nulla e che soprattutto, dopo un iniziale guadagno, si abbassano i guadagni.

Devo dire che non ho prove di questo, ma ho sentito spesso e letto spesso nei forum questo tipo di affermazioni che sono sicuramente generiche ma testimoniano la delusione di chi pensa che per trasformarsi nel Salvatore Aranzulla di qualunque argomento bastino un paio di post eccellenti. La verità è che nessuno regala soldi e che anche online serve costruire passo per passo una professionalità prima di poter vendere e offrire qualcosa a cui i nostri utenti riconoscono un valore.

martedì 17 marzo 2015

Vendere online! Come guadagnare centinaia di euro con ebay?



ebay è insieme ad Amazon uno dei siti leader per la vendita su internet che permette a tutti, più o meno organizzati, di vendere online e creare un proprio negozio virtuale.

In Italia conta molti utilizzatori sia come acquirenti che venditori e nel mondo è indubbiamente un luogo in cui poter comprare e vendere di tutto e in poco tempo ed è diventato sinonimo di aste online e vendita di beni a prezzi convenienti.

Tutti possiamo quindi trasformarci in venditori ed è abbastanza semplice iniziare anche se solo pochi riescono a rendere quest'attività redditizia e continuativa.

Tuttavia è solo la presenza costante e il lavoro di affinamento e miglioramento che può consentire di crescere e creare un business di successo che possa perdurare nel tempo.

lunedì 16 marzo 2015

Il mio portafoglio azionario - update



Vi avevo promesso di aggiornare mensilmente il mio portafoglio azionario con le operazioni di acquisto e vendita e raccontarvi le mie impressioni e sensazioni sui mercati azionari.

Ecco quindi cosa è successo nelle ultime settimane, laddove è facile immaginare che il mio portafoglio nel suo complesso sia cresciuto in maniera importante, visto l'apprezzamento che i mercati stanno registrando costantemente da inizio anno e che ci hanno già ampiamente fatto dimenticare gli alti e bassi dell'ultimo periodo del 2014. In particolare siamo di fronte ad alcuni trend importanti tra cui appaiono particolarmente marcati un generale apprezzamento del dollaro e l'indebolimento del petrolio.

lunedì 9 marzo 2015

La regola dell'80/20



Il principio di Pareto o dell'80/20 prende il nome da un economista italiano che più di un secolo fa osservò come la ricchezza fosse concentrata nelle mani di pochi.

Da qui ne derivò la generalizzazione che la maggior parte degli effetti è dovuto da un numero ristretto di cause e quindi che il 20% delle cause influenza l'80% del risultato finale.

Questa osservazione è molto utile perché l'applicazione di questo principio permette di orientare meglio le nostre scelte e capire che spesso ci concentriamo su aspetti che hanno poca influenza sul risultato finale.

Per cambiare le cose serve infatti identificare quali sono quegli aspetti che influenzano i risultati e concentrarsi innanzitutto su questi.